Quanto sareste disposti a spendere per un servizio fotografico professionale del tuo splendido neonato? Prima di rispondere a questa domanda, però, vorrei che ci pensaste bene… Sapete perché? Perché potete pagarlo molto meno di quello che credete o addirittura non pagarlo per nulla.

No, non vi sto promettendo un servizio newborn gratuito, ma sono qui per darvi un suggerimento:

Quante persone sono venute a casa vostra da quando è nato il piccoletto? Decine, vero? E che cosa vi hanno portato in dono: ciucciotti, bavette e giochini che non serviranno prima dei 10 mesi? Ora provate a immaginare se tutti quei doni, dolcissimi, certo, ma poco funzionali, venissero sostituiti da un regalo cumulativo, che toglie amici e parenti dall’imbarazzo della scelta e voi da quello di dover fingere felicità quando lo scartate. Fate sparire tutto e immaginate, invece, che vi regalino un servizio fotografico per rendere eterni i primi giorni di vita della vostra meraviglia. Non sarebbe un’alternativa più auspicabile?

La nascita di un bambino è un evento unico, che attira a sé l’attenzione di tutti i nostri cari. Chi non vorrebbe far parte di un racconto fotografico così significativo? I primi giorni di vita del tuo piccolo devono essere impressi nella memoria! Proprio per questo puoi acquistare uno dei miei servizi fotografici per noenato in modo estremamente pratico e, soprattutto, economico.

Nel concreto, vincete tutti: voi genitori, che ricevete in dono qualcosa di magico: immortalare per sempre i primi, straordinari giorni di vita del vostro neonato; e tutti i vostri amici e parenti, che non correranno il rischio di acquistare cianfrusaglie inutili e senza cognizione di causa. Il tutto, senza trascurare il vantaggio di non avere repliche di tutine con gli anatroccoli in giro per la casa.

Come potete fare, vi starete chiedendo. Fatevi furbi! Potete, per cominciare, condividere questo articolo o direttamente la pagina del servizio sul mio sito. Io, però, personalmente opterei per un approccio più diretto: ditelo apertamente! Che c’è di male a indirizzare i vostri amati verso un dono che farà felici tutti?